VITTORIO VENETO,
UNA PIACEVOLE CITTÀ

Vittorio Veneto

Questa piccola città (30.000 abitanti) vanta un bellissimo insediamento medievale d'Italia, come la Piazza Flaminio nel comune di Serravalle, completamente circondata da medioevo e palazzi rinascimentali. Vittorio Veneto è di per sé una miniera di tesori di storia dell'arte, ed è, allo stesso tempo, il punto di partenza più conveniente per la vostra semplice gita di un giorno in auto per esplorare altre antiche città venete tutte collegate da una comoda autostrada: Venezia (62 km ), Padova (102 km), Vicenza (125 km), Belluno (41 km), Asolo (61 km). Le Dolomiti sono è raggiungibili con una gita di un giorno, si può prendere la funivia di Tofane (3000 msl), godere di paesaggi mozzafiato delle montagne e foreste, e di essere di nuovo nella vostra villa o appartamento a Vittorio Veneto prima di sera. È anche possibile raggiungere le spiagge sabbiose e soleggiate del mare Adriatico (Jesolo, Caorle, Bibione, Lignano) a breve distanza in auto.

Vacanze brevi a Vittorio Veneto

Se preferite trascorrere una vacanza tranquilla, senza essere impegnati con tour si può rimanere a Vittorio Veneto per sé o nei suoi dintorni più vicini, e fare qualsiasi tipo di attività all'aria aperta (golf, equitazione, mountain bike, trekking ). Vittorio Veneto è circondata da colline con campi, vigneti e boschi, e anche da montagne 1500msl: per questo motivo è un paradiso per chi ama camminare e andare in bicicletta. E 'anche molto piacevole e divertente per trascorrere la giornata passeggiando tra i sentieri della città, ricca di giardini, ville e palazzi antichi. Un mercato molto grande di strada si svolge presso il lunedì. Vittorio Veneto con le sue case e appartamenti a breve termine è il miglior punto di partenza per le visite di un giorno a Venezia, a Padova e alle Dolomiti.

la nascita di Vittorio Veneto

In passato c'erano due insediamenti chiaramente divisi, Serravalle di origine romana e Ceneda della prima estrazione veneziana. Nel Medioevo la città murata di Serravalle fu feudo dei Signori Da Camino. La città è stata ben nota per il carattere e la forza delle lame e le spade forgiate dai maestri di Serravalle e Ceneda, grazie alla temperatura costante delle acque del fiume Meschio (11 ° C) . Le due città sono state unificate nel 1866, quando l'intero Veneto entrà a far parte del Regno italiano, e la nuova città prese il nome di Vittorio, in onore del re Vittorio Emanuele. Il nome Vittorio Veneto ricorda la battaglia finale della prima guerra mondiale lungo il fiume Piave, e sulle colline di Grappa e Montello, che ha deciso la sconfitta dell'esercito austriaco.

Arte e Storia

Grazie alla sua posizione, essendo una porta tra le Dolomiti e la regione adriatica di Venezia, un castrum di epoca romana, una città murata nel Medioevo, un passaggio per i commercianti e gli artisti, e una città fiorente nel Rinascimento, un residence dei nobili veneziani nel 1700 e il 1800, Vittorio Veneto è molto ricca di importanti edifici e opere d'arte.

  • Reperti archeologici di epoca proto-veneziano e celtica sul Colle Antares;
  • Un castello romano, con longobarda trova (700): Castello di San Martino;
  • Un Castrum di origine romana, e, successivamente, nel Medioevo la sede dei Signori da Camino;
  • Un sistema di difesa in tutta la città, con mura, torri e il castello;
  • Diverse chiese, dal Medioevo al XVIII, Pieve di Sant'Andrea (1303), SS. Lorenzo e Marco (1348) Giovanni (1357), S.Giustina (1500), la Cattedrale di Ceneda (1773), il Duomo di Serravalle (1779);
  • Diversi musei e palazzi del periodo Medioevo e del Rinascimento, il Museo del Cenedese (1462) con il campanile antico (1200), il Museo della Battaglia (1537), e il Palazzo del Seminario (Seminario Vescovile, 1587);
  • E dentro le chiese ei palazzi sono numerosi dipinti e statue di artisti famosi: Tiziano Vecellio (1500), Marco Vecellio (1595), Antonello da Serravalle (1485), Francesco da Milano (1500), e Sansovino (1500)